SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE - REGIONE SARDEGNA
Amministrazioni pubbliche, ONG e associazioni no profit
 
info
Presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri - Ufficio del Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale, è istituito l’Albo degli enti di servizio civile universale, secondo quanto disposto dal Decreto Legislativo 6 marzo 2017, n. 40.

All’Albo degli enti di servizio civile universale possono iscriversi amministrazioni pubbliche e, previo accertamento del rispetto della normativa antimafia, anche enti privati in possesso dei requisiti previsti dall’articolo 3 della Legge 6 marzo 2001, n. 64:
a) assenza di scopo di lucro;
b) capacità organizzativa e possibilità di impiego in rapporto al Servizio Civile Volontario;
c) corrispondenza tra i propri fini istituzionali e le finalità istitutive del Servizio Civile;
d) svolgimento di un’attività continuativa da almeno tre anni.

Al fine di assicurare la qualità, l'efficienza e l'efficacia del servizio civile universale, le amministrazioni pubbliche e gli enti privati devono possedere i seguenti livelli minimi di capacità organizzativa di cui alla lettera b) dell'articolo 3 della legge n.64 del 2001:
a) per gli enti iscritti alla sezione nazionale dell’Albo, un'articolazione organizzativa di cento sedi di attuazione ivi incluse eventuali sedi all'estero e sedi di altri enti pubblici o privati legati da specifici accordi all'ente di servizio civile universale e di una sezione regionale costituita da enti dotati di un'articolazione minima di trenta sedi di attuazione;
b) una dotazione di personale qualificato in possesso di idonei titoli di studio, o di esperienza biennale nelle relative funzioni, ovvero che abbia svolto specifici corsi di formazione e costituita da:
1) un coordinatore responsabile del servizio civile universale;
2) un responsabile della sicurezza ai sensi del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modificazioni;
3) un responsabile dell'attività di formazione degli operatori volontari e dei relativi formatori, ivi inclusa la valorizzazione delle competenze;
4) un responsabile della gestione degli operatori volontari;
5) un responsabile dell'attività informatica;
6) un responsabile delle attività di controllo, verifica e valutazione del servizio civile universale.


Icone Servizio Civile Nazionale
© 2022 Regione Autonoma della Sardegna