Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Compiti

Lo Statuto regionale attribuisce al Presidente il ruolo di garante dell'autonomia regionale e di rappresentante della Regione Sardegna in tutti gli ambiti, compreso quello dei rapporti internazionali.

I compiti
Il Presidente ha la responsabilità di formare la Giunta regionale e dirigerne l'operato: nomina i componenti della Giunta (e li revoca, se necessario); convoca, presiede e fissa l´ordine del giorno delle riunioni della Giunta; garantisce la collegialità; vigila sull’attuazione delle deliberazioni della Giunta; assicura l'indirizzo politico amministrativo dell'esecutivo.
Indice le elezioni del Consiglio regionale, del Presidente della Regione e i referendum regionali. Convoca la prima seduta del Consiglio regionale e può richiederne la convocazione in via straordinaria. Cura i rapporti con l´Assemblea legislativa e promulga le leggi regionali e i regolamenti.
In presenza di una delega del governo, il Presidente della Regione può esercitare le funzioni di tutela dell’ordine pubblico.
E' componente della Conferenza Stato-Regioni, della Conferenza Unificata e della Conferenza dei Presidenti; convoca e presiede la Conferenza permanente Regione-Enti locali.
In ambito internazionale sottoscrive accordi internazionali e trasfrontalieri, con altri Stati e le intese con enti territoriali interni ad altri stati; fa parte della delegazione italiana chiamata a definire la posizione dell’Unione Europea o dello Stato italiano quando gli accordi internazionali riguardino interessi rilevanti per la Sardegna; partecipa alle delegazioni del governo per la formazione degli atti comunitari, eventualmente come capo delegazione nelle materie di esclusiva competenza regionale.