Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Trenitalia presenta i due nuovi treni "Minuetto". Sandro Broccia: «Primo passo verso il rilancio delle ferrovie in Sardegna

03.12.05 - comunicati stampa - anno 2005
Entreranno in servizio l'11 dicembre prossimo sulla linea che collega Cagliari a Decimomannu (previste 44 corse giornaliere ogni sedici minuti o mezzora, a seconda delle fasce orarie, con un tempo di percorrenza di circa quindici minuti) i primi due treni "Minuetto" presentati oggi da Trenitalia alla stazione ferroviaria del capoluogo nel corso di una conferenza stampa. Altri due convogli gemelli arriveranno in Sardegna entro Natale. Su tutto il territorio nazionale viaggeranno duecento esemplari, con un investimento complessivo di circa 700 milioni di euro. L'obiettivo delle Ferrovie dello Stato è l’ammodernamento della flotta da impiegare sulle linee regionali.
«E' stata una settimana importante per il settore del trasporto locale», ha commentato l’assessore regionale ai Trasporti Sandro Broccia durante la conferenza stampa, «l’incremento delle corse sulla tratta Cagliari – Decimo è un segno del cambiamento in atto, che con fatica permetterà alla Sardegna di recuperare un ritardo decennale, a patto di abbandonare su connottu in favore della riorganizzazione dell’intero sistema di mobilità isolano».
In una serie di incontri avuti nei giorni scorsi con i vertici regionali di Trenitalia, Broccia ha inoltre ricevuto assicurazioni che uno dei quattro nuovi treni “Minuetto” sarà impiegato nel prossimo futuro nei collegamenti con Carbonia.
«Nodo centrale – ha sottolineato Broccia – dovrà essere l’impiego del treno nelle zone dove il trasporto su rotaia è competitivo con l’auto e i pullman, nell’ottica di una integrazione tra i due sistemi. Ci vorrà tempo per vedere i frutti di questa strategia, che resta uno dei punti cardine nel programma del presidente Renato Soru e della giunta, a dispetto degli ostacoli disseminati da chi si oppone al cambiamento mettendosi di traverso».
«La Sardegna – ha proseguito l’assessore – è la cenerentola tra le regioni italiane nell’uso dei mezzi pubblici: evidentemente qualcosa finora è andato storto. In passato sono stati perduti finanziamenti per mancanza di progetti. Vogliamo cambiare le cose con l’aiuto di tutti, insieme alle aziende e alle forze sindacali. Con Trenitalia ci confronteremo sulle strategie che stiamo elaborando. Sono previsti interventi strutturali a nord di Oristano; nessuna linea deve restare fuori da questa operazione di rilancio, che coinvolgerà Macomer, Chilivani, Sassari, Olbia, Golfo Aranci».
Broccia ha ricordato che è allo studio un progetto deliberato dal Cipe nel dicembre 2004 che affida a Rfi e Italfer la realizzazione dei centri intermodali di Sassari e Carbonia e interventi di recupero in varie stazioni: tra queste Uras, Abbasanta, Ploaghe. Nel prossimo futuro saranno attive nuove fermate a Cagliari in via del Fangario, all’altezza del centro commerciale Auchan di Santa Gilla, e ad Assemini. Resta in piedi il progetto di realizzare una fermata all’aeroporto di Elmas utilizzando 8 milioni e 100 mila euro resi disponibili nell’Accordo di programma quadro definito lo scorso anno con il ministro per le Infrastrutture e i Trasporti Pietro Lunardi: «Stiamo sollecitando Rfi a modificare il progetto che prevede la posa dei binari a cento metri dall’aerostazione, nell'area delle ex ferriere: il nostro obiettivo è avvicinare la fermata ai terminal, evitando o limitando l’impiego di tapis roulant», ha spiegato Broccia.