Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


XVI legislatura, l’insediamento del nuovo Consiglio regionale

Il consigliere più anziano di età aprirà i lavori dell’assemblea, mentre le funzioni dei segretari saranno svolte dai quattro consiglieri più giovani. L’ordine del giorno prevede la costituzione dell’ufficio di Presidenza provvisorio e le comunicazioni del Presidente provvisorio del Consiglio regionale, nonché il giuramento dei Consiglieri e le comunicazioni del Presidente della Regione.
Consiglio regionale
CAGLIARI, 3 APRILE 2019 - CAGLIARI, 3 aprile 2019 – Da domani prenderà il via la sedicesima legislatura del Consiglio regionale. Convocata dal presidente della Regione Christian Solinas con un decreto firmato lo scorso 28 marzo, la prima seduta è prevista alle 10,30 nella sede istituzionale di via Roma, a Cagliari.

Il consigliere più anziano di età aprirà i lavori dell’assemblea, mentre le funzioni dei segretari saranno svolte dai quattro consiglieri più giovani. L’ordine del giorno prevede la costituzione dell’ufficio di Presidenza provvisorio e le comunicazioni del Presidente provvisorio del Consiglio regionale, nonché il giuramento dei Consiglieri e le comunicazioni del Presidente della Regione.

L'ultimo punto all'ordine del giorno prevede l’elezione del Presidente del Consiglio regionale. La maggioranza richiesta è di due terzi dei componenti l’Assemblea (40 voti su 60) con votazione a scrutinio segreto. Se nessuno riporterà la maggioranza, si procederà, entro i successivi tre giorni, ad una nuova votazione nella quale sarà richiesta la maggioranza dei due terzi dei votanti, computando tra i voti anche le schede bianche. Dal terzo scrutinio sarà sufficiente la maggioranza assoluta dei componenti (31 su 60).

Il decreto di convocazione della seduta è pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione.


Leggi il decreto sul sito istituzionale della Sardegna