Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Zootecnia

  • Bovini da carne, aperta oggi a Ozieri la due giorni di mostra. Caria: comparto di eccellenza alimentare e professionale che la Regione sostiene

    La Sardegna ha tutte le carte in regola per giocare la propria partita anche con qualche marcia in più rispetto ai competitor nazionali o dell’UE: un ambiente incontaminato dove vengono allevati al pascolo i nostri animali. Come Regione sosteniamo il comparto con 50milioni sul Benessere animale del PSR e con un intervento tutto regionale che finanzia l’acquisto dei riproduttori di razza.
  • Pagamenti agricoli, Agea firma decreto per oltre 16 milioni di euro sul benessere degli animali

    Le liquidazioni coprono l'85% dell'anticipazione sulla Misura 14 del Programma di sviluppo rurale 2014-2020. Agea ha quindi già dato mandato alla Banca d'Italia che a breve salderà 6122 domande arrivate dalla Sardegna per un ammontare di 16 milioni 179mila e 93euro: 7 milioni 765mila e 964euro finanziati dall’UE, 5 milioni 889mila e 189euro messi a disposizione dallo Stato e 2 milioni 523mila e 939euro coperti dalla quota regionale.
  • Comparto bovino e suino, via all'istituzione dell'elenco regionale degli operatori di inseminazione artificiale

    L’istituzione di tali elenchi ha l’obiettivo di promuovere lo sviluppo dei comparti, consentendo così alle imprese agricole una più funzionale gestione dei momenti fecondativi. Con lo scopo di contrastare la diffusione del virus della Peste suina africana e di altre malattie trasmissibili, limitando lo spostamento dei verri da un allevamento a un altro, l’Agenzia Laore ha svolto una intensa attività di formazione e abilitazione di operatori laici, che per il comparto suino ha portato all’abilitazione di 180 soggetti.
  • Cavalli, Falchi al Sardegna Jumping Tour: Regione attivamente impegnata per rilancio comparto

    "La Sardegna - dice l’esponente della Giunta - rimane una realtà di spicco nel mondo dei cavalli e lo conferma il grande richiamo esercitato dall’evento odierno, al quale si sono iscritti più di 240 tra cavalli e cavalieri di alto livello, come il due volte olimpico Roberto Arioldi, pluricampione italiano e team manager della nazionale italiana di salto a ostacoli. L’importanza dell’isola, dei suoi allevatori e dei suoi animali è confermata dal presidente della Federazione italiana sport equestri (FISE) Vittorio Orlandi che oggi, ospite ad Abbasanta, ha confermato che la Sardegna è un territorio favorevole al rilancio e al consolidamento di alcune discipline dell’ippica."
  • Zootecnia, Falchi a Sassari: da benessere animale produzioni sane, di qualità e ad alto valore aggiunto

    "Il nostro agroalimentare deve puntare su produzioni di alta qualità e queste misure, per le quali sono allocate risorse strategiche nel Programma di sviluppo rurale, possono avere un impatto fondamentale in questa direzione. Le produzioni derivanti da animali allevati in regime di benessere sono sempre più ricercate dai consumatori, prima di tutto per la crescente sensibilità etica che si sta sviluppando negli ultimi anni e poi per le qualità organolettiche e nutrizionali di prodotti che scaturiscono da tecniche di gestione degli allevamenti naturali e salubri", ha spiegato Falchi.
  • Benessere animale, Falchi: nessun errore della Regione, misura discussa e concordata

    "L'obiettivo, in attesa di riorganizzare la filiera della carne, era quello di supportare e sostenere la chiusura dell’ingrasso e la macellazione dei vitelli in loco - spiega l'assessore Falchi - ed è per questa ragione che le categorie ammesse a premio sono solo quelle entro i 24 mesi, età massima in cui sarebbe prevista la macellazione".
  • Zootecnia, Falchi a Fiera ovini Macomer: con organismo interprofessionale un sistema vincente per tutto il comparto lattiero caseario

    La titolare dell’Agricoltura, nel suo intervento, ha ricordato le tappe normative che hanno portato all’avvio del percorso di confronto tra la Regione e tutti gli attori della filiera lattiero casearia, “un iter di molti incontri iniziati nel luglio del 2015, pochi giorni dopo il recepimento nazionale dei regolamenti comunitari sull’argomento”. Tra poco, “auspichiamo si arrivi all’approvazione dello statuto: saremmo i primi in Italia”. L’OI, ha detto Falchi, “è la soluzione per governare al meglio il comparto, far lavorare insieme produttori, cooperative e trasformatori in un sistema vincente, nel quale non ci sia più spazio per l’improvvisazione, ma i vecchi schemi vengano finalmente spezzati per mantenere l’eccellenza casearia sarda, stabilizzare il prezzo del latte, programmare la produzione e garantire la crescita di tutto il settore".
21-30 di 212