Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Maninchedda: con la legge sulla Green economy un nuovo dialogo con i Comuni fuori da Abbanoa

"La norma apre una possibilità di dialogo con alcuni Comuni che attualmente non aderiscono al gestore Abbanoa - spiega l'assessore dei Lavori Pubblici Paolo Maninchedda -, in particolare con quelli che utilizzano fonti proprie in determinati contesti ambientali. Adesso l'Ente d'Ambito (Egas) ha uno strumento operativo per dirimere una tensione che dura da troppo tempo."
Assessorato Lavori Pubblici
Cagliari, 22 dicembre 2015 - Contiene norme importanti di riforma delle Autorità di Bacino e alcune possibilità di gestione autonoma per i Comuni con approvvigionamento idrico da fonti proprie (articolo 62), la legge sulla Green Economy approvata dal Senato della Repubblica.

"La norma apre una possibilità di dialogo con alcuni Comuni che attualmente non aderiscono al gestore Abbanoa - spiega l'assessore dei Lavori Pubblici Paolo Maninchedda -, in particolare con quelli che utilizzano fonti proprie in determinati contesti ambientali. Adesso l'Ente d'Ambito (Egas) ha uno strumento operativo per dirimere una tensione che dura da troppo tempo. La Regione ha sempre tenuto aperto il dialogo con questi Comuni, proprio facendo affidamento sulla norma in itinere. Oggi la strategia del dialogo e non dello scontro ha uno strumento di soluzione in più. Mi adopererò - assicura Maninchedda - perché tempestivamente il presidente dell'associazione dei Comuni indipendenti, il sindaco di Paulilatino Domenico Gallus, venga convocato per definire la materia".